Passione e stile
Click Here
Silenzio
Click Here
Lettura
Click Here
Previous
Next

Premio letterario intitolato alla poetessa Maria Luisa Spaziani

in occasione del centenario dalla nascita

La Gian Giacomo Della Porta Editore è lieta di presentare il bando del primo Premio letterario intitolato alla poetessa Maria Luisa Spaziani in occasione del centenario dalla nascita.  Buona poesia a tutti!

Social Media

Un' indagine avvincente, scritto a due mani da Guido Barosio e Raffaella Cenni.

Nell’era della comunicazione sono i social a guidare il flusso delle informazioni: private, professionali, diffuse dai media, attendibili e non. Per interpretarle e governarle servono strumenti adeguati, visione strategica e conoscenza dello scenario. Oggi siamo tutti al centro del gioco, in questo libro vi raccontiamo le sue regole.

Acquista la cultura

Comprando dei libri non solo ne trae beneficio l’autore e l’editore ma  incoraggi il settore editoriale-culturale del paese.

Author Image

Tutela dell'autore

garantiamo la massima serità: etica e morale, tutelando i diritti dell'autore.

Ognuno di noi ha il proprio “ cervello emotivo ” in una parte del
corpo, una sorta di punto di rottura dell’inconscio, dal quale
fluiscono le cose irrisolte, le parole non dette, le frustrazioni e
le insoddisfazioni.

“La letteratura che vale è quella che riesce a dar voce a chi non ha voce.”

LUIS SEPÚLVEDA
5/5

Vetrina

Le novità 2021

Io non ti voglio più

Mara Antonaccio

Ognuno di noi ha il proprio “ cervello emotivo ” in una parte del
corpo, una sorta di punto di rottura dell’inconscio, dal quale
fluiscono le cose irrisolte, le parole non dette, le frustrazioni e
le insoddisfazioni.

Salvi a metà

Gian Giacomo Della Porta

«Il genio di Salvi a metà sta nel disfare i miti romantici associati
alla figura del poeta adoperando uno stile cristallino e fluido che
sedurrebbe qualsiasi amante della “bella forma”.
dalla prefazione di Cécile Angelini

Il niente che è tutto

Marianna Ansaldi

Alla Marianna di quel giorno oggi avrei detto, guardandomi
indietro, semplicemente di non abbandonare mai quella tenacia
e quella voglia di combattere tutte sue, di non dimenticarsi mai
di apprezzare le cose semplici, quelle che chiamiamo giornate
ma che, in fondo, ora so, sono attimi, unici e irripetibili.